COMUNICATO STAMPA

 

Riunione al Mise del Consiglio Nazionale Anticontraffazione: piena attuazione del Piano strategico nazionale 2017-2018, soddisfazione del sottosegretario allo Sviluppo Economico Antonio Gentile

Roma , 25 ottobre 2017 - Si è riunito al  ministero dello Sviluppo Economico il Consiglio Nazionale Anticontraffazione sotto la Presidenza del Sottosegretario di Stato al Mise, il senatore Antonio Gentile.

Il Consiglio Nazionale Anticontraffazione ha verificato lo stato di attuazione del Piano Strategico Nazionale 2017-2018, adottato nella riunione plenaria del CNAC del 30 marzo ultimo scorso. Il Piano, documento unico di riferimento per tutte le amministrazioni, le forze dell’ordine, i titolari dei diritti di Proprietà Industriale, coinvolti nel sistema anticontraffazione, ad oggi ha raggiunto un ottimo livello di attuazione: delle 50 Iniziative Progettuali che costituiscono il Piano, l’85% risultano in corso di svolgimento o si sono già positivamente concluse.

Rilevante è anche la collaborazione, integrazione e coordinamento tra tutti i soggetti coinvolti: come auspicato nel Piano, nell’80% dei casi sono infatti state attivate partnership tra i componenti del CNAC. Risultati significativi si sono ottenuti nelle macro-aree “Comunicazione” e “Informazione e Formazione” per l’ampia e differenziata platea di soggetti coinvolti (studenti, imprese, pubbliche amministrazioni, operatori della sicurezza, consumatori).

Il Consiglio ha inoltre ribadito l’importanza del territorio nella lotta al falso e la necessità di continuare ad investire nelle politiche di contrasto a livello territoriale, rinsaldando il legame tra amministrazioni centrali e attori locali.

Mi preme sottolineare la grande soddisfazione per i risultati sin qui conseguiti”, ha dichiarato il Presidente del Consiglio Nazionale Anticontraffazione, Sottosegretario Antonio Gentile: “Nel complesso l’impegno di tutte le Amministrazioni e i componenti del CNAC ha portato a un ottimo livello di attuazione delle Iniziative Progettuali – ha proseguito Gentile-. Il CNAC, cabina di regia delle politiche anticontraffazione nazionali, ha tracciato la direzione verso la quale dobbiamo necessariamente continuare ad operare per contrastare efficacemente il fenomeno della contraffazione nel nostro Paese, e tutti gli attori coinvolti condividono la responsabilità di portare a compimento gli obiettivi che ci siamo prefissati nel Piano”.

ATTIVITÀ 2015

Riunione allargata (Membri CNAC, Commissioni Permanenti)

Stato attività: Completata

Contraffazione online: sottoscrizione della Carta per lo sviluppo di best practice per contrastare la contraffazione online (“Carta Italia”) 
Contrasto alla contraffazione a livello territoriale: illustrazione delle Linee Guida Ministero dell’Interno – MISE
Firma del Protocollo CIDEC (Confederazione Italiana Esercenti Commercianti) per la campagna “A dire il VERO: Fattori di protezione dal Falso sotto il sole
Presentazione della campagna di comunicazione “Io sono originale” 

 

ATTIVITÀ 2014

DEFINIZIONE DEGLI STRUMENTI ATTUATIVI PER LE PRIORITÁ CNAC 2014-2015

Stato attività: Completata

Tre Commissioni Tematiche sono state incaricate di procedere agli approfondimenti necessari alla declinazione delle priorità 2014-2015 in tema di lotta alla contraffazione - Tutela del Made in Italy da fenomeni di usurpazione all'estero, Enforcement, Lotta alla contraffazione via internet - partendo dalle proposte di strumenti attuativi avanzate dal Segretariato CNAC.
Le proposte delle Commissioni Tematiche sono state sottoposte al Consiglio Nazionale per la loro approvazione nella riunione del 14 ottobre 2014. 

 

DEFINIZIONE DEGLI AMBITI PRIORITARI DI AZIONE

Stato attività: Completata

Partendo dalle priorità definite nel Piano Nazionale Anticontraffazione nel 2012, sono stati individuati, alla luce dei mutamenti intercorsi nelle politiche e negli assetti istituzionali preposti al contrasto al fenomeno e nello scenario strategico (nella prospettiva in particolare di Expo 2015 e della Presidenza di turno dell’Unione Europea), 3 ambiti prioritari di intervento:

  1. Tutela del Made in Italy da fenomeni di usurpazione all'estero;
  2. Enforcement, inteso come controllo e repressione delle violazioni e come rafforzamento del presidio normativo e territoriale;
  3. Lotta alla contraffazione via internet.

Il piano di azione relativo a ciascuno di questi 3 ambiti verrà specificato entro il mese di luglio 2014.

 

ESPLETAMENTO DELLE PROCEDURE DI RINNOVO DEI COMPONENTI DEL CNAC

Stato attività: Completata

Nel corso del 2013 i Membri del Consiglio Nazionale Anticontraffazione (11 Ministeri più l'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) hanno designato i propri rappresentanti per il biennio 2014-2015. Con decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 5 febbraio 2014 sono stati nominati i componenti effettivi e i componenti supplenti in rappresentanza dei suddetti Membri. Il Consiglio Nazionale Anticontraffazione così rinnovato si è insediato il 10 febbraio 2014 presso il Ministero dello Sviluppo Economico.

 

 

ATTIVITÀ 2012-2013

PIANO NAZIONALE ANTICONTRAFFAZIONE (PNA)

Stato attività: Completata

È lo strumento che definisce il quadro strategico per la lotta alla contraffazione a livello nazionale e gli indirizzi per orientare l’azione delle amministrazioni e dei policy maker.

Il Piano contiene – raggruppate per macro-aree di priorità - le buone pratiche in materia di lotta alla contraffazione già realizzate dalle amministrazioni e dagli enti rappresentati nel Consiglio Nazionale e i progetti futuri o in corso di realizzazione, nonché le proposte di legge. La confluenza delle best practice e dei progetti verso ciascuna delle 6 macro-priorità è finalizzata a fornire un quadro d’insieme utile, oltre che a livello conoscitivo, anche ad indirizzare e dare impulso alle iniziative per le quali la valutazione di efficienza e di efficacia è positiva. Il tutto in un’ottica di razionalizzazione delle risorse e di focalizzazione sui risultati.

La presentazione del PNA è avvenuta in occasione degli Stati Generali Lotta alla Contraffazione, a Milano (Palazzo delle Stelline), il 19 novembre 2012.

 

DEFINIZIONE DELLE MACRO PRIORITA' IN TEMA DI LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE

Stato Attività: Completata

Nei primi mesi del 2012 sono state individuate 6 macro-aree di intervento nella lotta alla contraffazione:

  1. Comunicazione/informazione/formazione
  2. Formazione alle imprese in tema di tutela della proprietà intellettuale
  3. Rafforzamento del presidio territoriale
  4. Enforcement
  5. Lotta alla contraffazione via Internet
  6. Tutela del Made in Italy da fenomeni di usurpazione all’estero

Esse rappresentano il fondamento strategico per la definizione degli obiettivi e delle azioni governative in materia di contrasto al fenomeno, obiettivi e azioni definiti nel Piano Nazionale Anticontraffazione – PNA.

L’individuazione delle macro-priorità si è basata sulla rielaborazione di 41 priorità in 13 ambiti settoriali, frutto del lavoro svolto dalle Commissioni Tematiche e dagli Esperti Giuridici del Consiglio nella seconda metà del 2011.

 >Vai alle Attività 2011

 

14 luglio 2015, h. 10.30
Riunione allargata (Membri CNAC, Commissioni Permanenti)
Roma, Sala degli Arazzi Ministero Sviluppo Economico, Via Veneto 33

Ordine del giorno:

  • Contraffazione online: sottoscrizione della Carta per lo sviluppo di best practice per contrastare la contraffazione online (“Carta Italia”) 
  • Contrasto alla contraffazione a livello territoriale: illustrazione delle Linee Guida Ministero dell’Interno – MISE
  • Firma del Protocollo CIDEC (Confederazione Italiana Esercenti Commercianti) per la campagna “A dire il VERO: Fattori di protezione dal Falso sotto il sole
  • Campagna di comunicazione “Io sono originale” 
  • Varie ed eventuali

 

4 luglio 2015, h. 10.30
Riunione allargata (Membri CNAC, Commissioni Permanenti)
Roma, Sala degli Arazzi Ministero Sviluppo Economico, Via Veneto 33

Ordine del giorno:

  • Contraffazione online: sottoscrizione della Carta per lo sviluppo di best practice per contrastare la contraffazione online (“Carta Italia”) 
  • Contrasto alla contraffazione a livello territoriale: illustrazione delle Linee Guida Ministero dell’Interno – MISE
  • Firma del Protocollo CIDEC (Confederazione Italiana Esercenti Commercianti) per la campagna “A dire il VERO: Fattori di protezione dal Falso sotto il sole
  • Campagna di comunicazione “Io sono originale” 
  • Varie ed eventuali

 

18 dicembre 2014, h. 1.00
Riunione allargata (Membri CNAC, Commissioni Permanenti)
Roma, Sala Pubblico UIBM (Via di San Basilio 14)

Ordine del giorno:

  • Audizione di Altagamma 
  • Aggiornamento sull'iniziativa di rafforzamento territoriale "MiSE- Min.Interno"
  • Aggiornamento sull'iter di adozione delle proposte legislative approvate nella riunione CNAC del 14 ottobre
  • Discussione sulle proposte di modifica dei reati di contraffazione nel Codice Penale 
  • Resoconto Riunione CNAC Eumed del 25 novembre 2014
  • Attività future di formazione/informazione

 

14 ottobre 2014, h. 10.00
Riunione con i Membri CNAC per l'adozione delle proposte in attuazione delle priorità strategiche 2014-2015
Roma, Sala Parlamentino del Ministero dello Sviluppo Economico (Via Veneto 33)

Ordine del giorno:

  • Introduzione lavori 
  • Messaggio di benvenuto del Pres. CNAC
  • Presentazione Membri CNAC
  • Delibera in merito alle proposte elaborate dalle Commissioni Tematiche
  • Illustrazione programma dei lavori 2014-2015
  • Riunione CNAC Eumed, Roma – 25 novembre 2014

 

14 ottobre 2014, h. 12.00
Riunione allargata (Membri CNAC, Componenti Commissioni Permanenti)
Roma, Sala Parlamentino del Ministero dello Sviluppo Economico (Via Veneto 33)

Ordine del giorno:

  • Presentazione delle proposte attuative deliberate dai Membri CNAC in attuazione delle priorità strategiche 2014-2015
  • Illustrazione programma dei lavori 2014-2015

 

10 luglio 2014, h. 16.00
Riunione con i Coordinatori delle Commissioni Tematiche (CT) a chiusura dei lavori di definizione delle proposte relative all'attuazione delle priorità 2014-2015
Roma, Sala dell'Orologio del Ministero dello Sviluppo Economico (Via Molise 19)

Ordine del giorno:

  • Illustrazione dello svolgimento dei lavori delle CT
  • Illustrazione dei contenuti dei documenti finali delle CT
  • Discussione sulle proposte
  • Modalità di condivisione delle proposte con i Membri e con il Presidente CNAC
     

28 aprile 2014, h. 14.00
Riunione di insediamento delle tre Commissioni Tematiche per l'attuazione delle priorità 2014-2015
Roma, Sala dell'Orologio del Ministero dello Sviluppo Economico (Via Molise 19)

Ordine del giorno:

  • Presentazione dei Componenti designati delle Commissioni Tematiche
  • Nomina dei Coordinatori
  • Presentazione e discussione delle proposte e degli strumenti attuativi delle priorità 2014-2015
  • Modalità organizzative dei lavori delle Commissioni Tematiche


15 aprile 2014, h. 11.00

Riunione riservata ai Componenti delle Commissioni Permanenti
Roma, Sala Parlamentino del Ministero dello Sviluppo Economico (via Veneto 33)

Ordine del giorno:

  • Illustrazione linee strategiche 2014-2015
  • Proposte di strumenti attuativi
  • Modalità di lavoro
  • Tempistica


10 febbraio 2014, h. 13.30
Riunione di insediamento del Consiglio (riunione riservata ai Membri CNAC)
Roma, Sala degli Arazzi del Ministero dello Sviluppo Economico (via Veneto 33)

Ordine del giorno:

  • Formalizzazione dei Componenti CNAC per il biennio 2014-2015
  • Modalità operative e organizzative
  • Stato di attuazione del Piano Nazionale Anticontraffazione
  • Linee programmatiche 2014-2015
  • Varie ed eventuali


10 febbraio 2014, h. 14.00
Riunione allargata (Membri CNAC, Componenti Commissioni Permanenti)
Roma, Sala Parlamentino del Ministero dello Sviluppo Economico (via Veneto 33)

Ordine del giorno:

  • Formalizzazione delle 2 Commissioni Permanenti (Forze dell'Ordine; Forze Produttive e dei Consumatori)
  • Condivisione delle linee programmatiche 2014-2015
  • Interventi dei partecipanti

Approvazione Piano Strategico 2017-2018

Si è riunito al Ministero dello Sviluppo Economico il Consiglio Nazionale Anticontraffazione sotto la Presidenza del Sottosegretario di Stato, Sen. Antonio Gentile.

Tenendo fede agli impegni assunti il Consiglio Nazionale Anticontraffazione ha approvato il Piano Strategico 2017-2018. Il Piano crea un sistema organico di prevenzione e contrasto della contraffazione e si pone come modello di riferimento per tutti i soggetti coinvolti nel sistema anticontraffazione, conciliando l’unitarietà delle azioni con il rispetto dell’autonomia operativa delle singole Amministrazioni, protagoniste dell’attuazione delle misure.

Frutto del lavoro coordinato del Sistema Paese, il Piano identifica i principali obiettivi delle politiche anticontraffazione mettendo a sistema gli strumenti operativi individuati per affrontare le nuove sfide poste dal mercato del falso.Per un’efficace lotta alla contraffazione, il Piano riconosce l’esigenza di approfondire le conoscenze in materia di Proprietà Intellettuale da parte della Pubblica Amministrazione prevedendo a tal fine misure operative concrete. Si riconferma inoltre l’importanza di favorire nelle giovani generazioni un approccio culturale nuovo, volto ad un consumo consapevole di prodotti legali.  A questo fine, il Piano propone iniziative che puntano a stimolare la riflessione degli studenti con modalità particolarmente innovative –teatro, docu-film, laboratori- anche utilizzando il web. Il territorio assume nel Piano un ruolo centrale nel contrasto alla contraffazione, con la figura del Prefetto, catalizzatore delle azioni di tutti gli attori pubblici e privati, cui vengono forniti strumenti sempre più puntuali per rispondere alle specifiche caratteristiche di ciascun contesto locale. Nella consapevolezza della crescente importanza dell’e-commerce, il Piano da una parte rilancia accordi su base volontaristica per l’eliminazione di prodotti falsi dalla rete, dall'altra propone azioni strategiche tese a migliorare la conoscenza da parte delle imprese delle opportunità che l’e-commerce offre e delle possibilità di difendere i propri asset intangibili.

Mi preme sottolineare la duplice valenza del risultato ottenuto, ha dichiarato il Presidente del Consiglio nazionale Anticontraffazione, Sottosegretario Antonio Gentile: da un lato un importante valore politico, data l’ampia partecipazione, e l’impegno, di una pluralità di amministrazioni, dall'altro un fondamentale apporto all'efficacia e all'efficienza del sistema anticontraffazione, per l’effetto moltiplicatore che la valorizzazione delle sinergie create e la compattezza di intenti comportano”.